Mostre ed esposizione d’arte di marzo   

Ancora fa un po’ freddo ma la Primavera è proprio alle porte… vi diamo alcuni spunti per arricchire e colorare le vostre giornate.
Alcune veloci indicazioni per questi ultimi giorni di marzo… come sempre, buona arte!


Fragile, Handle With Care – Gohar Dashti
Fino al 24 marzo 2018, Officine dell’Immagine, via Carlo Vittadini 11 – Milano

gohar-dashti-milano-mostrami-news

Una mostra intima e raffinata quella dell’israeliana Gohar Dashti, artista e fotografa pluripremiata e presene nelle collezioni dei più ambiti musei mondiali. La personale si compone di tre recentissime serie fotografiche, “Home”, “Still life” ed “Aliens”, in cui il suo operato ha subìto un cambio di rotta: non più la forza comunicativa delle figure umane, bensì la pacatezza di alcuni ambienti dove la simmetria creativa audace e incisivaè la chiave scelta per interpretare la potenza/precarietà della natura.

Ingresso libero. Per maggiori informazioni officinedellimmagine.it.


L’albero del Latte – Silvia Bigi
Dal 24 febbraio al 14 aprile, Fondazione Dino Zoli, Viale Bologna 288 – Forlì

silvia-bigi-forli-mostrami-news

A Forlì partirà per volere di Dino Zoli, all’interno degli spazi della Fondazione a lui titolata, il progetto “Who’s next” per la promozione ed il sostegno della creatività giovanile. Ad aprire il programma vi sarà il ruolo della donna nella società, tema scelto da Silvia Bigi – giovane artista emergente ravennate – come focus espressivo per la sua personale, nonché uno degli argomenti più dibattuti e chiacchierati degli ultimi tempi. La mostra “L’albero del latte”, eterogenea per tecnica, è una riflessione coerente sulle norme sociali dominanti. In particolare tramite fotografie, installazioni e documenti è indagata l’opposizione fra le linee di discendenza che regolano la nostra società: la linea di sangue, per retaggio culturale ritenuta prettamente maschile, e la linea del latte, quella materna e quindi femminile.

Per maggiori informazioni consulta il sito della Fondazione Dino Zoli Arte Contemporanea.


Mémoire Du Passé / Mémoire Du Futur
Fino al 3 giugno, Palazzo Pubblico – Magazzini del Sale, Santa Maria della Scala, Stanze della Memoria – Siena

charles-szymkowicz-siena-mostrami-news

Siena offre tre luoghi iconici della città ad un centinaio di dipinti di Charles Szymkowicz, artista belga che negli ultimi cinquant’anni ha affascinato il pubblico con il suo neoespressionismo, riconosciuto in tutta Europa come uno dei più interessanti degli ultimi cinquant’anni. Il tratto materico e la forza magnetica delle sue tinte hanno disegnato volti noti e non, portando sulla tela i grandi temi della nostra storia recenteattraverso una sottile ed intima visione della memoria familiare. È così che la città del Palio e la Toscana tutta – terra da lui amata ed assiduamente frequentata – si fanno portavoce delle sue riflessioni sociali e storiche attraverso una mostra che, a scaglioni, ci accompagnerà fino all’estate.

Ingresso libero. Per maggiori informazioni leggi l’articolo in “Mostre e Rassegne” di Siena Comunica.


Blackout. Allora & Calzadilla
Fino al 30 maggio 2018, MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, Via Guido Reni 4A – Roma

blackout-roma-mostrami-news

Gli artisti Jennifer Allora e Guillermo Calzadilla, forti degli splendidi spazi delmuseo romano firmato Zaha Hadid, hanno sfruttato appieno il potenziale dell’architettura per dare vita ad un vero e proprio “ambiente performativo”. Il tema che guida le opere in mostra è l’energia in funzione al rapporto fra necessità/utilizzo ed il potere che la gestisce: l’espediente è un fatto di cronaca avvenuto in Portorico che ha visto il Paese piegato a causa di un blackout di dieci ore. All’esposizione visiva si accompagnano le note di “mains hum” di David Lang, una composizione sonora che, eseguita dal vivo in particolari appuntamenti pomeridiani dal gruppo vocale Voxnova Italia, aggiunge all’opera ambientale ulteriori suggestioni alle riflessioni sul mondo globalizzato.

Visita guidata gratuita il 18 marzo 2018 (Collezione MAXXI + Blackout. Allora & Calzadilla). Per maggiori informazioni consulta il sito del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo.


Cristian Chironi. I’m back
Fino al 2 aprile, Museo Nivola, via Gonare 2, Orani (NU)

cristian-chironi-sardegna-mostrami-news

La mostra di Cristian Chironi ripercorre il viaggio compiuto dalla Fiat 127 Specialdi Costantino Nivola, artista e scultore a cui è intitolato il museo omonimo di Ornani. Il racconto di questo episodio (perché di vero e proprio racconto si tratta, in quanto riportato a memoria dal nipote dello scultore Daniele) è preso ad espediente per trattare un tema molto caro ai giovani artisti di oggi, nonché ai giovani in generale: il viaggio alla scoperta del mondo e del proprio potenziale nonché, vice versa, del ritorno a casa col “bagaglio di esperienze”. L’operazione artistica di Chironi si compone della performancein cui ha guidato la 127 di Nivola fino a parcheggiarla all’interno del museo di arte contemporanea e della mostra vera e propria che si sviluppa dall’automobile, “casa” essa stessa di un’installazione.

Per maggiori informazioni consulta la sezione “Mostre ed Eventi” del sito Museo Nivola.



Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001
Dal 22 febbraio al 6 maggio 2018, Palazzo Reale, Piazza Duomo 12 – Milano

moda-italiana-milano-mostrami-news
In questi giorni di sfilate e modelle a spasso per piazza Duomo, la Camera Nazionale della Moda, per festeggiare l’importante traguardo dei sessant’anni di attività, ha inaugurato una mostra che celebra la creatività della moda italiana. Il percorso espositivo procede per gruppi tematici in cui illustri brand sono accostati ad artisti e fotografi di successo per ripercorrere gli sviluppi della moda – e quindi della società – del Bel Paese nel trentennio che va dal 1971 al 2001. Il periodo scelto è emblematico per sottolineare l’affermazione del Made in Italy: dalla svolta del prêt-à-porter fino all’11 settembre, data tragicamente simbolica che ha aperto gli occhi del Mondo sui cambiamenti dei rapporti internazionali, tanto politici quanto sociali ed economici, come appunto è avvenuto per i processi di creazione, produzione e comunicazione della moda.

Per maggiori informazioni palazzorealemilano.it.


Asta Benefica d’Arte contemporanea per CIPMO
28 marzo 2018, Palazzo Reale, Milano

Alessandro Di Vicino Gaudio, un artista del nostro collettivo, ha donato una sua opera per l’Asta Benefica d’Arte contemporanea. La sua opera verrà battuta il 28 marzo all’asta in collaborazione con Sotheby’s a favore del CIPMO 2018 (Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente) a Palazzo Reale di Milano.


Lascia un Commento

Indirizzo eail che non verrà pubblicatao. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Con il Patrocinio ed il contributo di:
Sponsorizzato da: